mercoledì 28 febbraio 2007

Finalmente un prete vero

Lunedì sera, alla trasmissione Controcorrente di Sky ho potuto vedere un intervento di un prete vero in TV.
Era da tempo che non succedeva: un prete che parla di amore, di importanza dell'uomo, di ascolto del cuore, di diritti delle persone, di coscienza individuale, di Gesù Cristo, di sacrificio di sè, di Cristianesimo insomma, e non di Vaticanesimo come fanno in genere tutti gli ecclesiastici che normalmente affollano le trasmissioni televisive... attenti solo al diritto canonico, ai patti lateranensi, all'8 per mille, al valore sociale della religione, alle secche radici cristiane europee, e alla difesa di una famiglia che ormai esiste solo nelle pubblicità del Mulino bianco.
Chi è questo prete? Don Andrea Gallo, quasi ottantenne, ma fresco di cervello e di sguardo, sveglio come il nostro politico filosofo Buttiglia potrebbe essere solo dopo un'overdose di eccitanti e attento ai bisogni della nostra società come certi politici di centro sono a quelli delle sottane rosso porpora dei cardinali.
Come è ovvio che sia Don Andrea Gallo ha avuto molti problemi nella sua vita per la sua attenzione all'Uomo che lo ha da sempre caratterizzato: è dovuto uscire dal suo ordine religioso, quello dei salesiani, poi gli hanno perfino tolto la parrocchia, ma non per questo ha smesso di essere vicino agli ultimi, di reclamare a gran voce i diritti di tutti e di prestare il suo corpo ormai debole e vecchio a Gesù Cristo per far scoprire quel volto di amore che dovrebbe essere proprio della religione cristiana.
Ha fondato da molti anni una comunità il cui sito vi invito a visitare: Comunità di San Benedetto al Porto di Genova http://www.sanbenedetto.org/
Evviva don Andrea Gallo!

Post più popolari