sabato 23 febbraio 2008

Liste Inutili !? No, Grazie !!

Lista per la moratoria con Giuliano Ferrara - Aborto? No, grazieLo dico chiaramente: sono contro la lista che vedete rappresentata qui affianco. Probabilmente ne avrete sentito parlare, ebbene da cristiano credente e praticante sono contrario che una lista del genere si proponga per chiedere il voto politico dei cittadini, che cerchi di portare avanti questa battaglia.

Sono contrario sia sul metodo che sul merito della proposta che ha dato vita a questa lista: nel metodo, perchè non ritengo che sia credibile una lista fondata da un giornalista che a suo dire ha provocato tre aborti, che si dichiara privo di fede, ma che ritiene che la laicità dello stato si misura in quanto riesce a non fare abortire le donne... come se queste ultime si divertissero ad abortire. Sono più propenso a credere (per carità è una mia fantasia, nulla di fondato sicuramente, non voglio rischiare querele) che sia una furba e quantomai opportunistica battaglia per mettersi in mostra e sperare in un bel posto in prima fila nel prossimo governo...

Ma anche se così non fosse, non sono d'accordo nel merito. Qui si deve discutere e chiarire una volta per tutte cosa si ritiene che lo stato debba regolare e normare. Io sono per uno stato che non imponga o che non crei un habitat dove le scelte morali ed etiche siano quasi forzate. Sono per uno stato che lasci il campo etico e morale libero. In modo che chi si ritiene cristiano possa comportarsi come tale e chi non condivide i valori cristiani non sia forzato a viverli a causa il clima esteriore spesso associato ad una generale ipocrisia. Non dimentichiamo che i cristiani si sono sviluppati nelle catacombe quando non solo lo stato non li aiutava con leggi pseudo cristiane ma addirittura li perseguitava... questo non ha impedito ai primi cristiani di essere tali e di esserlo fino alla morte e spesso al martirio... Ora invece abbiamo bisogno delle leggi che impediscono o ostacolano l'aborto per sentirci cristiani. E comunque non credo che sia un tema dove una legge possa impedire alle donne di fare quello che fanno da secoli in condizioni estreme e seguende scelte di coscienza sempre difficili e sofferte. Se si vuole creare un clima che favorisca la vita non è certo tramite una lista politica il modo per farlo, ma favorendo una cultura della vita nei programmi televisi, nelle relazioni quotidiane, nella didattica scolastica...

Ad esempio cosa faranno a quei bulli che hanno letteralmente spezzato le gambe ad un loro compagno di classe perchè voleva fare il ballerino e questo era considerato come una cosa ridicola? Probabilmente non faranno loro nulla, sono ragazzi... La cultura della vita inizia da qui, non dalla difesa di un embrione a tutti i costi.

Alle prossime elezioni votate destra o sinistra in base alle vostre convinzioni, ma non votate per favore liste inutili che servono solo a chi le crea.

Post più popolari